giovedì 1 novembre 2018

Cercare sempre il quieto vivere ti farà vivere inquieto


" Non è poi così importante, ci posso passare sopra"
" Meglio lasciar perdere per non creare tensioni"

Questi atteggiamenti, sul momento, evitano di dare sfogo a reazioni negative, ma in realtà sono mattoni pesanti che a lungo andare daranno vita a un disagio profondo.


Chi sceglie di tacere per il quieto vivere, sceglie di non esprimere i propri pensieri, di non prendere una posizione.
In questo modo si tende a nascondere cosa si pensa realmente, per non ferire gli altri, per evitare discussioni.

Ma in questo modo non si dà voce ai propri bisogni autentici, con il rischio che gli altri non capiscano mai le reali esigenze di questa persona.
Inoltre, il tacere il proprio disappunto, porta a riempire goccia dopo goccia un bicchiere che può traboccare in un attimo. 

Le emozioni negative inespresse tenderanno a creare un malessere tale, che prima o poi dovrà essere sfogato, portando a conflitti a volte irreparabili.

Quando passi sopra alle tue emozioni, quando neghi che qualcosa per te è realmente importante, stai inconsapevolmente dicendo a te stesso: "TU NON CONTI ABBASTANZA".

Sicuramente dire ciò che si pensa dev'essere valutato attentamente in base alla situazione specifica, ma in linea generale, quando qualcosa ci fa soffrire, o non ci va bene, dovremmo imparare ad esporlo, ad esprimere la nostra posizione e il nostro pensiero.

--Perché il tuo pensiero, ha lo stesso valore del mio--

Dott.ssa Roberta Schiazza
Psicologa Chieti Psicoterapeuta relazionale
roberta.schiazza@libero.it

Nessun commento:

Posta un commento