martedì 20 novembre 2018

Lo "Spazio Vuoto" del terapeuta


Oggi ti vorrei parlare di quello che chiamo "Spazio Vuoto". 
E' uno spazio che ho creato dentro di me, un posto in cui non metto nulla, ma in cui accolgo tutto
Penso che ogni psicoterapeuta debba averne uno, un luogo dentro di sè, capace di essere sufficientemente vuoto e accogliente, da riservare all'incontro con il paziente e al lavoro terapeutico. 

Me lo immagino vuoto, un luogo silenzioso e caldo. Questo "Spazio vuoto" l'ho creato dentro di me, mettendo da parte i miei giudizi, i pensieri e valori, che potrebbero ostacolare un reale contatto con l'altro. 

Quando incontro un paziente questo spazio lo metto a disposizione per <noi>, quel noi che si crea ad ogni colloquio. 

Lo usiamo insieme: il paziente per raccontarmi tutto di sé, per proiettarci dentro le sue paure, incertezze, speranze, sogni ed emozioni; io lo uso per accoglierlo e per sentire anche le mie emozioni che nascono da quello specifico incontro. 

Lo "Spazio vuoto" assomiglia ad un contenitore, per far sì che il paziente si senta libero di buttarci dentro tutto, nella certezza che verrà contenuto, anche frenato se necessario, ma sicuramente accolto. 
Il contenitore serve anche alle mie emozioni, a tutta una serie di infinite sensazioni che la persona suscita in me, in modo che rimangano dentro uno spazio limitato, a nostra disposizione. 

Il paziente può sfogare le sue emozioni, ma si sente anche protetto, compreso e ascoltato. Io, invece, io...ascolto, ascolto lui e ascolto me. Un prezioso, unico, momento nostro, in cui gli trasmetto un'esperienza: l'esperienza del noi, e contemporaneamente l'esperienza del Sé

Il paziente capisce che può condividere con qualcuno che empaticamente vuole starci nella relazione con lui. E nello starci gli rimanda senso, significato, comprensione. E gli rimanda anche i contenuti delle sue paure, materiale che può essere sopportato e addirittura digerito insieme. 

Dott.ssa Roberta Schiazza
Psicologa e Psicoterapeuta Chieti 

Nessun commento:

Posta un commento