venerdì 13 luglio 2012

Quando i bambini rifiutano il cibo

L'alimentazione nei primi tre anni di vita


Quello dell'alimentazione rappresenta un aspetto fondamentale nella crescita e nello sviluppo della relazione madre-bambino.Già durante l'allattamento si possono osservare nei bambini e nelle risposte delle mamme dele dinamiche assolutamente uniche e particolari che saranno poi la base delle successive interazioni sociali.
La madre nei primi anni di vita del bambino ha il compito di favorire una progressiva conoscenza e accettazione di nuovi cibi per permettere al figlio di esplorare, provare e sperimentare. 

I comportamenti di rifiuto alimentare


Attraverso l'osservazione e la ricerca sono stati evidenziati dei periodi critici nello sviluppo tra i 7-9 mesi ed il 2° e 3° anno di vita, nei momenti del passaggio verso una alimentazione più autonoma. In questi periodi spesso i bambini mettono in atto dei comportamenti di rifiuto del cibo che però provoca forti disagi in famiglia e nella madre, in quanto accompagnati da frustrazione e sentimenti di rifiuto. 
Per tali ragioni è importante la disponibilità emotiva della madre nel riconoscere e cercare di assecondare le richieste di autonomia del bambino. 

Ipotesi di intervento terapeutico

 
Per i genitori è fondamentale comprendere il sempre più crescente bisogno di autonomia che il bambino mostra attraverso i suoi comportamenti di rifiuto del cibo. I bambini non hanno gli strumenti comunicativi degli adulti e spesso manifestano i loro bisogni e desideri attraverso degli agiti, dei comportamenti, per esprimere quello che provano. 
In questa cornice l'obiettivo principale dell'intervento psicologico consiste nel fornire un supporto alla madre, favorendo l'acquisizione di maggiore consapevolezza circa le caratteristiche temperamentali del bambino e i bisogni emotivi che lui esprime. Con i bambini si potrebbe inoltre proporre un percorso psicologico per offrire uno spazio protetto in cui poter esprimere i propri bisogni e le proprie emozioni in un modo diverso.

Nessun commento:

Posta un commento