sabato 14 luglio 2012

Disturbi d'ansia nei bambini

Disturbi d'ansia nell'età evolutiva


Quando si fa rieferimento ai Disturbi D'Ansia si pensa che possano riguardare solo gli adulti, eppure questo tipo di disturbo è molto diffuso in età evolutiva. I bambini durante la loro crescita esprimono normali sentimenti di paura, timore e preoccupazione che a volte possono divenire delle reali difficoltà per il loro corretto sviluppo psicofisico.
Per comprendere se il bambino è portatore di una patologia è importante osservare se i suoi timori sono legati ad eventi reali e dunque giustificati da una condizione estrena o se tali sentimenti di ansia sono indipendenti da eventi oggettivamente pericolosi e se hanno un forte impatto sul comportamento abituale del bambino. Se le preoccupazioni e l'ansia dei bambini sono eccessive per frequenza, intensità e durata nel tempo si potrebbe pensare all'esistenza di un vero e proprio disturbo.

Classificazione dei principali disturbi d'ANSIA nei bambini

 
DISTURBO D'ANSIA DA SEPARAZIONE: il bambino presenta una reazione emotiva inadeguata con ansia eccessiva e preoccupazione quando si deve separare dalle figure di attaccamento, in generale i genitori.
  • Il bambino esprime forte preoccupazione per eventuali incidenti che potrebbero capitare alla persona alla quale si sente più legato 
  • Rifiuto di andare a scuola in quanto comporta un distacco dalla figura di attaccamento
  • Riluttanza e rifiuto nell'andare a letto e dormire senza la presenza di un genitore
  • Paura di restare solo
  • Coparsa di sintomi psicosomatici (mal dipancia, nausea, mal di testa)

FOBIA SPECIFICA: il bambino mostra una paura eccessiva ed irragionevole verso oggetti, animali o situazioni specifiche, tale da inteferire con il normale stile di vita della famiglia. (esempio: paura dei cani, delle strade dove sono presenti gallerie)


FOBIA SOCIALE: si manifesta con una eccessiva timidezza nei confronti di persone che non sono familiari al bambino, rendendo inmpossibile lo stabilire di normali relazioni sociali. Il bambino appare timido, spaventato, isolato mostrando:
  • Paura eccessiva verso gli estranei
  • Evitamento di contatti con persone estranee o poco familiari

DISTURBO OSSESSIVO-COMPULSIVO: presenza nel bambino di ossessioni e compulsioni che compromettono la vita quotidiana della famiglia. Le ossessioni sono pensieri, idee o impulsi irragionevoli legati a paure irrazionali ( ad esempio di avere una malattia) o a sensi di colpa molto forti.
Le compulsioni sono invece dei comportamenti che hanno lo scopo preciso di prevenire eventi che il bambino teme o ridurre il livello di tensione interiore.
Il bambino tende a mettere in atto i comportamenti compulsivi spesso molto lenti e ripetitivi che influenzano negativamente la qualità della sua vita e compromettono anche il rendimento scolastico.

2 commenti:

Web Designing ha detto...

I recently came across your blog and have been reading along. Nice blog. I will keep visiting this blog very often.

Dott.ssa Schiazza Roberta ha detto...

thank you very much...I wait for you soon!!

Posta un commento