domenica 28 gennaio 2018

Programmazione Neuro-Linguistica


La Programmazione Neuro-Linguistica nasce dalle ricerche di Richard Bandler e John Grinder che si interessarono alla psicologia e in particolar modo allo stile comunicativo dei maggiori psicoterapeuti degli anni Settanta. 
Questi due ricercatori erano incuriositi dal fatto che alcuni terapeuti riuscivano ad aiutare realmente i propri pazienti, mentre altri non ottenevano gli stessi risultati; per questo iniziarono a studiare con attenzione lo stile comunicativo e relazionale di quei grandi terapeuti che riuscivano ad ottenere reali miglioramenti nei loro pazienti. 
Bandler e Grinder cercarono di replicare esattamente lo stile relazionale e comunicativo osservato dai terapeuti con moltissimi volontari riuscendo ad ottenere grandi risultati e cambiamenti in tempi brevi. Vediamone i punti di forza e come può aiutarci a raggiungere il benessere e la felicità.

La PNL si basa su tre processi fondamentali alla base del comportamento umano: la neurologia, la comunicazione e il comportamento. Tutti questi aspetti hanno una grandissima influenza sul nostro modo di essere.

Il principio base della PNL sta proprio in questo: se si desidera un cambiamento bisogna riuscire a comprendere come funzionano questi elementi e a modificarli attraverso degli esercizi e strumenti al fine di raggiungere il benessere e il successo

Premessa doverosa

Ad oggi la Programmazione Neuro-Linguistica (PNL) viene utilizzata da moltissime figure sia professionali che non riconosciute, cosa che crea confusione e soprattutto aspettative errate rispetto alla sua applicazione. 
Come tutte le metodologie, se applicata alla salute umana e al benessere, è importante avere una base professionale alle spalle per riuscire realmente ad aiutare chi si rivolge a noi. 
Molte sono le persone che si buttano in una “professione” di aiuto avendo acquisito conoscenze nel campo della PNL, ma bisogna fare attenzione. 
Io utilizzo alcuni strumenti della PNL nella mia pratica professionale, ma alle spalle ho una laurea in psicologia e una specializzazione in psicoterapia, che mi permette appunto di avere una solida base scientifica per poter intervenire sulla salute delle persone. 

Questa premessa mi sembra doverosa per evitare di cadere nelle mani di pseudo-professionisti della relazione di aiuto che millantano risultati in tempi brevi ma rischiano solo di scompensare l’equilibrio psicofisico dei loro clienti. 
Per maggiore chiarezza vi posto il link di un articolo in cui si fa riferimento alla sentenza del TAR del Lazio rispetto alle professioni non regolamentate (come i counselor ad esempio)  Sentenza TAR del Lazio Counseling

Scopriamo la PNL

La terapia di Programmazione neuro-linguistica (PNL) incorpora una serie di interventi e tecniche mirate alla modificazione del comportamento e progettate per aiutare a migliorare l’autoconsapevolezza del cliente, la fiducia e le capacità comunicative e relazionali.

Il primo obiettivo di una terapia di PNL consiste nell’aiutare la persona a comprendere che il modo in cui si vede il mondo, influenza in maniera significativa le proprie scelte e i propri comportamenti.

Quando si desidera un cambiamento nella propria vita, si deve iniziare dal considerare i pensieri e gli schemi di comportamento che non sono stati finora adeguati o addirittura si sono rivelati un ostacolo al raggiungimento dei propri obiettivi. A volte alcuni comportamenti sono stati utili in passato, ma al tempo presente risultano inefficaci o ostacolanti.

Il cervello è abituato a semplificare: non possiamo prestare attenzione a tutti gli stimoli sensoriali che provengono dal mondo esterno ed interno, per cui la mente umana ha bisogno di alcune scorciatoie per rendere automatici dei comportamenti.
Le persone usano i 5 sensi per conoscere la realtà. I dati che provengono dai sensi vengono raccolti e filtrati e semplificati per poter essere incasellati nella memoria, fino a formare un modello mentale, una mappa che ci consente di orientarci nel mondo. Questo filtraggio però è condizionato da una serie di scorciatoie mentali che non aiutano sempre nel compito.

La PNL agisce primariamente su questo, cercando di oltrepassare questi filtri, insegnando  alla persona prima di tutto a conoscersi e a capire cosa l’ha portata dove si trova adesso, come si può raggiungere la felicità attraverso degli obiettivi e risultati ben definiti, come definire i propri valori e lavorare sulle credenze limitanti.

Successivamente si lavora sul diventare la persona che si desidera, chiarendo i propri bisogni, imparando a vivere nel momento presente e progettare il proprio futuro.
Tutto questo si può realizzare attraverso un lavoro sul corpo, sulle emozioni, sulle convinzioni e sui pensieri. Uno degli strumenti più efficaci sono le visualizzazioni guidate, che richiedono costanza e allenamento, ma sono davvero preziose per poter modificare abitudini e comportamenti e realizzare il proprio futuro.

Quando è usata la PNL?

La PNL è stata utilizzata da un punto di vista clinico per trattare paure, fobie, disturbi legati all’ansia, per migliorare l’autostima e gestire lo stress. La Programmazione Neuro-Linguistica è utilizzata per migliorare il benessere della persona non solo da un punto di vista psicologico, ma è di grande aiuto nel miglioramento generale, per realizzare i propri desideri di vita, realizzare obiettivi nel lavoro, nelle relazioni, nella famiglia.

Considero la PNL un valido strumento da utilizzare all’interno di percorsi di terapia, nelle fasi di sostegno psicologico, per aiutare l’individuo ad acquisire maggiore consapevolezza di sé stesso, di come ci si limita spesso in modo autonomo e senza rendersene conto, e nelle fasi di reale cambiamento, per avere una spinta in più. 

Cosa aspettarsi

Un terapeuta che conosce e applica i metodi della Programmazione Neuro-Linguistica agisce su più livelli. Partendo dalla conoscenza di Sé, del proprio corpo, dei meccanismi di percezione, fino ad arrivare alla comunicazione e al pensiero. 

Possono essere utilizzate una varietà di tecniche come le visualizzazioni guidate, le immagini mentali di qualcosa che si desidera, la dissociazione visivo-cinestetica, ecc.
Un terapeuta esperto in PNL può aiutare la persona a correggere il linguaggio che si utilizza normalmente, fino ad agire pensieri negativi.

Una terapia che utilizzi anche strumenti di PNL può avere una durata variabile, da percorsi molto brevi di 4-5 incontri, fino a percorsi più duraturi. Il tempo dipende da molti fattori e in particolar modo dagli obiettivi che la persona si prefigge.  

Dott.ssa Roberta Schiazza
Psicologa e Psicoterapeuta Chieti Pescara 
Disponibilità di colloqui telefonici o via skype per chi si trova lontano

Nessun commento:

Posta un commento