sabato 11 luglio 2015

Come risolvere un problema

6 passi per risolvere un problema con la tecnica del "Problem Solving"



La formulazione del problema è 
più importante della soluzione. 
A. Einsten



E' successo a tutti di trovarsi di fronte ad un problema da superare, e di essersi sentiti in confusione. 
Qui ti presento la tecnica del Problem Solving di cui tanto si parla. 
Io l'ho adattata in un certo senso, e cercherò di presentarla nel modo più semplice. 

Premetto che ogni problema può essere differente, più o meno complesso, e non è detto che questo modello sia applicabile sempre. Però devo sottolineare come a volte sia importante avere una piccola guida da seguire, per non sentirsi persi e cercare di avere le idee più chiare. 

Adesso ti propongo dei passi, che vanno seguiti in un ordine preciso. Di solito non mi piace essere rigida, ma seguire in ordine questi passi ti permetterà di focalizzare il problema e soprattutto trovare le soluzioni giuste. 

Ora vediamo i 6 Passi del Problem Solving


1)Primo passo per risolvere un problema: Individuare nello specifico qual è il problema

Questo passo può sembrarti banale e superfluo, ma non è affatto così. 
Spesso infatti si commette l'errore di non aver chiaro il problema: o è troppo vago, o troppo complesso. 

Per questo quando ti trovi di fronte ad un problema cerca di definirlo nei minimi dettagli: se il problema è troppo vago allora descrivi tutti i passi, i micro-ostacoli che ti si presentano. 

Facciamo un esempio: il problema è un esame universitario difficile da superare. Bene, sembra semplice, potrebbero dirti che devi studiare! Forse però, se lo analizziamo meglio, il problema è troppo vago. Forse il problema è memorizzare tantissime informazioni e gestire in modo efficace il tempo per lo studio. Come vedi già lo abbiamo scomposto in 2 sotto-problemi. E per entrambi questi sotto-problemi si può applicare la tecnica del problem solving. Dunque il problema non è il superare un esame difficile, ma può essere come gestire il tempo e riuscire a studiare tutto.

2) Secondo passo per risolvere un problema: Definisci l'obiettivo

Questo passo è fondamentale. L'obiettivo è la tua meta, è ciò che vuoi realizzare se riesci a superare il problema. 

L'obiettivo è ciò che voglio raggiungere, ottenere. 
Il problema invece è l'ostacolo che mi impedisce di raggiungere l'obiettivo.

Accade spesso che ci lasciamo distrarre dagli ostacoli, dai problemi che incontriamo lungo il nostro percorso, e perdiamo di vista la meta, il nostro obiettivo. 
Tornando all'esempio precedente, l'obiettivo è appunto quello di superare l'esame. 
L'obiettivo deve avere delle caratteristiche ben precise; l'obiettivo deve essere:

  • Concreto e realizzabile
  • Valutabile 
  • Specifico
Se il tuo obiettivo avrà queste caratteristiche, sarà più facile valutare i miglioramenti e quindi decidere se sei sulla strada giusta; inoltre sarà più semplice rendersi conto di eventuali errori, e quindi avresti la possibilità di rimediare in corsa. 

3) Terzo passo per risolvere un problema: Individua delle possibili soluzioni

Per individuare delle soluzioni possibili devi rispondere a delle domande: 
Quali sono i modi per raggiungere il mio obiettivo?
Ci sono altri modi per raggiungerlo?
Chi posso coinvolgere per farmi aiutare?


Usa anche la tua creatività, fai delle ipotesi, anche assurde, su come poter risolvere il problema e raggiungere il tuo obiettivo. 
Prova a cercare nella tua mente, situazioni passate simili, e cerca di considerare se le soluzioni che hai usato sono adattabili al problema attuale. 
Chiedi l'aiuto di qualche amico o familiare creativo e su cui puoi contare. 
Oppure cerca di scoprire se altri hanno avuto lo stesso problema e come l'hanno risolto. 

Per fare questo sei avvantaggiato: ormai con l'uso del computer e internet puoi accedere ad una quantità infinita di informazioni: vai su google www.google.it e scrivi il tuo problema...forse potrai trovare delle risposte! Di solito nei primi risultati della ricerca si evidenziano siti o forum in cui altri utenti hanno posto la stessa domanda! insomma...usa l'intelligenza e la creatività! 

4) Quarto passo per risolvere un problema: Esamina i pro e i contro

Una volta individuate delle soluzioni possibili al problema, esamina i vantaggi e gli svantaggi di ogni alternativa. 

Prendi carta e penna e fai un elenco dei pro e dei contro, così avrai chiaro, in modo visivo, quali sono i possibili vantaggi/svantaggi. 

Anche in questa fase potresti aver bisogno di aiuto: quindi leggi, chiedi consigli e prendi esempio da altri. 

Un modo efficace per trovare vantaggi e svantaggi è quello di immedesimarti in un'altra persona: pensa ad un tuo amico, quello più puntiglioso che conosci, e comincia a pensare come lui. In questo modo riuscirai a trovare più elementi per poter decidere. 

5) Quinto passo per risolvere un problema: Scegli l'alternativa più vantaggiosa

Esamina con cura i pro e i contro e fai una scelta. Scegli l'alternativa che presenta più vantaggi che svantaggi per superare il problema e raggiungere il tuo obiettivo. Metti in pratica la tua scelta.

Non aver paura di compiere questa scelta: a volte siamo frenati proprio dalla paura di commettere errori. Questa volta però è differente, sai che hai compiuto una scelta in modo ponderato, ragionato. Ma soprattutto c'è un altro passo ...

6) Sesto passo per risolvere un problema: Valutazione

Valuta se la scelta che hai intrapreso sta dando i frutti sperati. Questo modello di problem solving è dinamico, e prevede sempre una fase di valutazione del risultato; in questo modo potrai valutare se stai ottenendo dei risultati. 

Se ti rendi conto che non ti stai muovendo nella direzione giusta, potrai tornare al punto 5, e scegliere un'alternativa differente. Oppure tornare al punto 3 modificando una delle alternative. 


Questa tecnica non è statica e non può essere applicata sempre, ma può rappresentare un utile strumento quando ci si trova in confusione e si ha bisogno di fare chiarezza. Come ogni strumento dobbiamo essere capaci di riconoscerne l'efficacia e sapere quando usarlo. 

Ti consiglio comunque di metterlo alla prova e di valutare se ti aiuta ad ottenere risultati efficaci. 

Un caro saluto, 
Dott.ssa Roberta Schiazza

Psicologa e Psicoterapeuta Chieti Pescara
roberta.schiazza@libero.it
Psicologo Chieti Psicologo Pescara

Nessun commento:

Posta un commento