domenica 3 maggio 2015

Che cos'è l'amore?

Tutti ci chiediamo fin da piccoli cosa sia l'amore. Quest'insieme sconosciuto di sentimenti, a volte contrastanti. Un'attrazione irrefrenabile e allo stesso tempo un bisogno. Quando ci sentiamo innamorati ci sembra di respirare per la prima volta. Ma i rapporti di coppia sono molto più complicati. 
Ho scelto questa foto che in modo così surreale definisce perfettamente quello che credo sia l'amore e il rapporto di coppia. Due persone, con degli acquari in testa, che alimentano i loro pesci. Bizzarro, ma efficace. A mio avviso disarmante nella sua semplicità. 

I due acquari che rappresentano due mondi, due vite che si incontrano. Ma allo stesso tempo c'è una sorta di incomunicabilità: l'acqua impedisce il diffondersi dei suoni, lo scambio comunicato verbale è ostacolato dall'acqua e dal vetro. Riflettendoci, è esattamente ciò che a volte si prova nelle relazioni di coppia. Si percepisce una barriera invisibile di incomunicabilità, in cui il proprio mondo non riesce ad essere compreso del tutto dall'altro. 
Quante volte ci si ritrova a pensare: "Ma perché lui non mi capisce?" oppure "Non riusciamo più a comunicare!". Infondo ognuno di noi è quel pesce rosso che non riesce ad entrare mai davvero in relazione con l'altro, anche se invece, quando si intraprende una relazione di coppia, si pensa di aver trovato l'unica persona in grado di renderci felici.

Come psicoterapeuta di coppia so benissimo che esiste una fase della "Disillusione" in cui si comincia a sentire il partner come un estraneo, come una persona differente da sé. Questo è un passaggio del tutto normale, che nasconde diverse insidie, a causa dei problemi di comunicazione. 

Continuando ad osservare l'immagine è bello notare le due mani dei partner che nutrono il pesciolino dell'altro, e su questo farei una piccola riflessione. Nutrire l'altro è un aspetto fondamentale del condividere nella coppia ma ci si dimentica troppo spesso che per prima cosa dobbiamo nutrire noi stessi. Come? cercando di ritagliarsi degli spazi per sé, dei momenti individuali in cui fare ciò che ci piace, progettare anche da soli, sperimentarsi in modi e contesti diversi. Quante coppie hanno abbandonato i propri interessi individuali a scapito della serenità? Quante volte ci si rinfaccia di non aver potuto portare avanti i propri obiettivi? Ecco, questo non deve succedere. Rapporto di coppia non significa omologarsi. Nella coppia 1+1 non fa 1, ma fa sempre 2...anzi 3!. Nella coppia esistono due persone ben distinte e il rapporto che li lega. Per questo è fondamentale che ognuno abbia i propri interessi e persegua i propri obiettivi, nella gioia di sentirsi appoggiati e di poter condividere alcune cose. 

Infine mi viene da pensare a quanto siano importanti le immagini nella nostra vita...come abbiamo visto insieme, anche da una semplice e affascinante fotografia si possono cogliere molti spunti di riflessione! Buona giornata amici, 
Dott.ssa Roberta Schiazza
Psicologa e psicoterapeuta di coppia e familiare

roberta.schiazza@libero.it

Nessun commento:

Posta un commento