martedì 2 gennaio 2018

La capacità di prendere delle decisioni


Se vogliamo ottenere dei risultati, raggiungere degli obiettivi o realizzare dei desideri, dobbiamo prima di tutto imparare a controllare le nostre azioni. Azioni ripetute e costanti che possono condurci a realizzare ciò che desideriamo. Non basta impegnarsi una volta ogni tanto, ma la costanza, anche nel ritentare, è ciò che fa la differenza.

Domandiamoci: che cosa determina le mie azioni? Che cosa mi spinge a fare i passi giusti verso il mio obiettivo? 



La risposta è: le decisioni

Quello che accade nelle nostre vite è frutto di piccole, costanti e continue decisioni che prendiamo in ogni momento. Ci sono delle situazioni in cui il meccanismo decisionale è evidente: quando abbiamo preso una decisione importante, se fare o non fare una determinata cosa, quale università scegliere, quale casa comprare, come prepararsi per un esame. Mentre ci sono delle decisioni più piccole, che solitamente passano inosservate, che però fanno la differenza. In ogni momento prendiamo delle decisioni, anche rispetto alle emozioni da provare, alle piccole cose quotidiane da fare.

Provate a guardare indietro agli ultimi 5 anni. Ci sono state delle decisioni che hanno condizionato il vostro presente? Avete mai pensato a come, una decisione differente avrebbe cambiato il futuro? A volte anche la difficoltà a decidere o quella volta in cui non siete riusciti a prenderla ha determinato la vostra vita.
Fermatevi un attimo a riflettere: le decisioni prese fino ad oggi, dove vi hanno portato? Come vi hanno influenzato queste decisioni prese? E cosa avete fatto per cambiare le cose quando vi siete accorti di non essere soddisfatti?

Credo fermamente che non esiste la fortuna, ma siamo noi a determinare il nostro destino. Perfino nei momenti più difficili, in cui la vita ci mette di fronte a prove apparentemente insormontabili, abbiamo sempre una scelta; possiamo sempre, in ogni momento, decidere come affrontare quella situazione.

Molti a questo punto potrebbero obiettare che prendere la decisione giusta è difficile, e non è semplice reagire bene di fronte alle difficoltà. Certo, non ho scritto che è facile, ma di sicuro non è impossibile!
"Un desiderio non cambia nulla, una decisione cambia tutto."

Senza rendercene conto noi prendiamo migliaia di decisioni ogni giorno: come alzarci dal letto, che cosa mangiare, dove andare, cosa leggere, cosa guardare, chi ascoltare, chi amare, come sentirsi emotivamente, se farsi condizionare o meno dagli altri. Prendiamo decisioni continuamente, in ogni istante, anche ora che hai deciso di leggere questo post, lo hai deciso, più o meno consapevolmente. 

La svolta avviene nel momento in cui le decisioni le prenderete consapevolmente. Questo richiede impegno e costanza, per riuscire ad uscire dai soliti meccanismi che vincolano e bloccano le azioni.
Molte persone fantasticano su cosa vorrebbero fare, su loro desideri, su obiettivi non ben definiti e chiari. E questo è il primo errore. Posso continuare a fantasticare, ma questo non mi avvicinerà nemmeno di un millimetro al mio obiettivo. La differenza, come dicevo all’inizio, la fa l’azione, la capacità di trasformare il desiderio in decisione attiva. 

Ma su cosa devo e posso decidere? Su cosa ho potere?

Prima di tutto su te stesso. 
Io ho iniziato così: ho cercato di immaginare nei minimi dettagli che persona volevo essere e quali obiettivo volevo realizzare nella mia vita, sia privata sia professionale. 
Stabilire il percorso, decidere dove si vuole arrivare e con chi, permette di avere già più chiarezza nella mente. E insieme al percorso è utile stabilire un livello base, per avere chiaro cosa sei disposto ad accettare e cosa no. 
"E' nel momento delle decisioni che si plasma il tuo destino"

Non importa cosa succede intorno a te, tu cerca di mantenere un livello di qualità alto. Questo per me ha significato circondarmi di persone che stimo, frequentare ambienti che mi diano gioia, fare solo cose che mi fanno stare bene, e non accettare più di adeguarmi agli altri. 
Personalmente è stato un obiettivo duro da raggiungere, perché per prima cosa ho dovuto guardarmi dentro e realizzare quanto fosse il mio valore per me. Chiarito nella mia mente quanto valessi, ho compiuto delle scelte decise, a volte drastiche, per lasciare andare persone che non mi facevano sentire bene e rimettere al centro me stessa. 

Il concetto di livello base per me è fondamentale. Aiuta a chiarire che ciò che scegli in fondo ti rappresenta. Se scegli di farti condizionare, di adeguarti agli altri, di non fare mai ciò che ti rende realmente felice, significa che dentro di te forse qualcosa non va. Significa che credi di valere poco, che pensi che i tuoi desideri possano essere messi in secondo piano. Secondo te questo è amore verso se stessi? Credo di no. 
E ho dovuto ammetterlo anche io, per riuscire a lasciare andare amicizie con cui non avevo più cose in comune, che non stimavo abbastanza. D'altronde perché passare del tempo con persone che non mi trasmettevano gioia? La paura era di rimanere sola, ma la realtà è stata tutt’altro. Ho scelto, ho selezionato, e ogni uscita è diventata un modo per condividere e portarmi a casa qualcosa dell’altro che mi stimola e incoraggia.

Quindi il primo step da seguire è decidere quali risultati volete raggiungere e che tipo di persona volete impegnarvi a diventare. Molti perdono di vista questo prima passo, rimanendo troppo impegnati a trovare scuse. Le scuse però non ci portano da nessuna parte e addirittura alimentano il circolo vizioso del non fare.
Ricorda: la capacità di decidere già è dentro di te, basta solo agire.


Se prendere una decisione è semplice, perché alcune persone non ci riescono?

E’ difficile dare una risposta che sia valida per tutti. Ognuno di noi ha una storia di vita, degli esempi educativi, che ci influenzano in modo del tutto soggettivo. In linea generale siamo abituati a considerare le decisioni in modo riduttivo e sbagliato, ci limitiamo ad esprimere delle preferenze. Quante volte ti sei detto: “Domani mi alzo presto e studio”. 

L’hai fatto? 
Alcune volte ci sarai riuscito, altre no.

Questo accade perché in realtà quella non è una decisione formulata in modo corretto e chiaro. E la chiarezza è un aspetto essenziale, importantissimo, della presa di decisione.
Alzarsi presto per studiare è un’intenzione, ma la decisione deve essere relativa al presente, collegarsi a quello che vuoi fare ora, adesso, in questo momento. Per esempio, mettere la sveglia per le 7:00, preparare i libri sulla scrivania, stilare un programma di studio. 

Molti non riescono a prendere una decisione perché quindi la confondono con l’intenzione. Quando decidi veramente una cosa, la riuscirai a fare, senza sé e senza ma. Se decidi di smettere di fumare, riuscirai a non toccare più nemmeno una sigaretta. Non troverai alcuna scusa, non ci ripenserai. E dopo aver preso una decisione ci si sente liberi, forti.

Un altro aspetto che blocca le persone nel prendere delle decisioni è che non ha mai avuto intorno a sé degli esempi da seguire. Siamo molto condizionati dai nostri cari e crescendo tendiamo a mettere in atto gli stessi comportamenti. Per questo è importante informarsi, studiare, leggere di persone che hanno raggiunto i loro obiettivi; prendere esempio da chi ha una vita piena e ricca, ti farà avere in mente degli esempi di persone capaci di prendere decisioni, avendo dimostrazione di quanto possa essere potente la capacità di decidere per realizzare i propri obiettivi. 

Quali decisioni possono prendere subito?

Hai a disposizione un enorme potere, quello di decidere. E senza rendertene conto anche ora puoi decidere qualcosa che cambierà la tua giornata. Hai potere su te stesso e forse non lo hai mai usato!
  • Puoi decidere su cosa puntare la tua attenzione (concentrazione)
  • Puoi decidere rispetto ai tuoi valori
  • Puoi decidere cosa fare per realizzare i tuoi obiettivi

La prima cosa che puoi fare subito è decidere su cosa concentrarti, a cosa dedicare il tuo tempo e in che modo. Quante volte ti perdi nei tuoi pensieri senza essere produttivo? Ti è mai successo di aprire un libro che devi leggere o studiare e fermarti a metà pagina perché la tua attenzione inizia a vagare?

E’ un’esperienza capitata a tutti, ma è indice di quanto sia importante decidere in ogni momento, anche del nostro tempo. D’altronde il modo migliore per ottenere dei risultati e raggiungere obiettivi è non perdere tempo!

Parola d’ordine: Consapevolezza!

Molte persone vivono la loro vita lasciandosi trascinare dal contesto, dalle situazioni, dagli altri. Ci si lascia andare senza essere capaci mai di prendere una decisione. Si dimenticano i propri valori e si vive sempre al di sotto delle proprie possibilità. Ti faccio un esempio. Ti è mai successo di uscire, di passare una serata con degli amici e tornare a casa stufo, privo di stimoli positivi, anche un po’ scocciato?
Questo accade quando non si prendono decisioni. Anche nelle relazioni è fondamentale saper decidere chi vogliamo nella nostra vita. Non è detto che devo per forza adeguarmi a frequentare certe persone perché mi sono capitate. Nei rapporti bisogna decidere! 

Puoi interrompere questo flusso di eventi e iniziare a pianificare in modo consapevole. Essere consapevoli dei propri valori, dei propri obiettivi, di un livello minimo accettabile, ti porta inevitabilmente a d avere maggiore consapevolezza. 

Se sono una persona che ama la cultura, a cui piace essere informata, leggere riviste, libri, e magari non amo molto lo sport, allora non mi dovrò forzare a frequentare il gruppo della palestra. E credetemi che capita molto di frequente! Magari vai in palestra giusto per muoverti un po’ ma non sei un fanatico, ma alla fine vai alle cene della palestra, frequenti quei ragazzi conosciuti lì e ti trovi a trascorrere le serate a parlare dell’aspetto fisico, dei pesi, delle gare, tutte cose che a te non interessano. E torni a casa svuotato, per nulla divertito.
La stessa cosa vale per i colleghi di lavoro, con cui non condividi nulla, ma che ti imponi di frequentare anche fuori dall’ufficio.

Questi esempi ci aiutano a capire quanto una persona possa essere in difficoltà nel decidere, lasciandosi trascinare dalle situazioni senza essere consapevole dei propri desideri e valori.

La paura di prendere decisioni sbagliate

Sì, diciamocelo, tutti vorremmo prendere le decisioni giuste in ogni occasione. E la paura di sbagliare ci condiziona parecchio. Questo aspetto rimanda ad un’eccessiva rigidità. Prova a guardare indietro, al passato, quante volte hai preso la decisione sbagliata? E quante volte ti capiterà di sbagliare nuovamente?
La differenza lo farà l’atteggiamento con cui accogliamo i nostri errori. Io considero i miei sbagli come un’occasione per imparare. Dagli errori ho imparato moltissimo, guai se non ci fossero stati!! L’atteggiamento con cui ci giudichiamo deve cambiare, dev’essere più flessibile e accogliente, in modo da rendere ogni esperienza di vita qualcosa di prezioso da usare! 

Riassumendo ...

  • Ricorda quanto è importante prendere decisioni e quanto potere ti darà sulla tua vita e sui tuoi obiettivi.
  • Rendi chiari i tuoi obiettivi in modo da prendere decisioni consapevoli
  • Definisci i tuoi valori in modo da essere guidato nelle decisioni da prendere
  • Ogni momento è buono per prendere delle decisioni che potranno cambiare il tuo futuro
  • Prova ad essere flessibile e accogliente con te stesso in modo da decidere con gioia e senza timori.
Dott.ssa Roberta Schiazza
Psicologa e Psicoterapeuta Chieti - Pescara
www.robertaschiazza.weebly.com
roberta.schiazza@libero.it

Nessun commento:

Posta un commento