lunedì 19 ottobre 2015

La mente umana è Relazionale


La mente umana ha una natura Relazionale: la qualità delle nostre Relazioni determina la nostra serenità come persone. Vediamo come le relazioni influenzano il corso della vita fin dalla nascita.
Cresciamo all'interno di contesti (famiglia, scuola, amicizie, lavoro) che possono funzionare in modi coesi, stabili e flessibili, oppure caratterizzati da incertezza, instabilità, rigidità, determinando la nostra personalità e le scelte future.

Quali sono le caratteristiche di una persona Stabile e Sicura?

Una persona sicura di sé, serena e stabile è capace di riconoscere ed integrare diversi aspetti di Sé, in modo naturale e maturo. 
 
"Questa capacità si manifesta nel distinguere problemi che derivano dal passato, preoccupazioni che riguardano il futuro e nell'essere, quindi, libero di vivere il presente." (Giacometti, Mazzei) 
In questa frase è racchiuso tutto il senso del benessere e dell'equilibrio che dovrebbe caratterizzare una persona sana; gli elementi sono:

  • Capacità di distinguere i problemi del passato: la capacità dunque di ricordare, riconoscere cose passate, difficoltà, mancanze, problematiche, senza dimenticarle o allontanarle dalla coscienza;
  • Riconoscere le preoccupazioni rispetto al futuro: la capacità di essere cauti, magari anche preoccupati per qualcosa di importante, senza per questo esserne ossessionati;
  • Libertà nel vivere il presente: questa capacità riguarda la possibilità per la persona di tenere a mente l'esistenza di un passato e un futuro, ma con la consapevolezza di prestare maggiore attenzione al momento presente, senza tralasciare nulla. 
Esperienze relazionali nuove e positive possono portare ad un cambiamento?
Sì, la risposta è sì ed è proprio quello che avviene in un percorso di psicoterapia! La maturazione della mente non si ferma all'adolescenza, infatti attraverso la comprensione delle dinamiche relazioni ed emozionali, si può provocare un cambiamento. 
 
In questo processo, un percorso di psicoterapia può essere di grande aiuto: recuperare le memorie del passato, in una luce nuova, agisce come motore del cambiamento. Ma in cosa consiste? 
Siamo tentati di leggere le esperienze, le situazioni, le emozioni che proviamo, sotto forma di causa-effetto. Bisogna invece partire da una logica di interdipendenza: ogni scambio, ogni relazione, ogni esperienza, non è così lineare, bensì complessa, in cui noi per primi agiamo. 
Facciamo un esempio: se una mattina abbiamo una discussione con il nostro partner, durante la giornata ci sentiremo nervosi, tristi, arrabbiati. In una logica lineare di causa-effetto, diremmo che la colpa è del nostro partner che ci ha storto la giornata. 
Ma parlando di relazioni, le cose sono molto più complicate: infatti forse, appena svegli, eravamo già un pochino nervosi, magari dalla sera prima, e avevamo uno sguardo teso, non abbiamo sorriso, eravamo permalosi, ecc. Questo forse ha indisposto il nostro partner che di conseguenza ha avvertito il nostro stato d'animo e di conseguenza è entrato in tensione. Noi forse abbiamo avvertito il cambiamento del partner e ci siamo innervositi ancora di più, e abbiamo usato un pretesto (entrambi) per scatenare un litigio. Il litigio non ha fatto altro che acuire la rabbia e la tensione. 
Questo è solo un piccolo e banale esempio per mostrare come, forse, esiste una circolarità nelle relazioni umane che le rendono complesse, e a volte incomprensibili! :) 
 
Tendiamo spesso anche a considerare il passato come un insieme di eventi causa-effetto, dimenticandoci che esiste una circolarità, un insieme di feedback, che riceviamo dall'ambiente e dalle persone e che noi stessi inviamo feedback che vengono percepiti da altri. 

La comprensione di questo punto di vista, permette alla persona di ripartire in modo differente e leggere il passato ed il futuro sotto una luce differente. 

Dott.ssa Roberta Schiazza
Psicologo Chieti Pescara
www.psicologo-chieti-pescara.weebly.com

Nessun commento:

Posta un commento