domenica 19 aprile 2015

Disturbi Psicosomatici

Video della Dott.ssa Grazioli in cui presenta il significato dei disturbi psicosomatici

In questo interessante video la Dott.ssa Grazioli ci spiega in modo semplice e chiaro il funzionamento dei disturbi psicosomatici
Alcune persone tendono infatti a somatizzare il dolore: questo meccanismo psicologico sembra essere difensivo per la mente della persona. Sentire e dare voce al dolore può essere inaccessibile per alcune persone che sono molto sensibili e che nella loro vita hanno vissuto degli eventi traumatici e dolorosi. Somatizzare è in fondo, un meccanismo di difesa, antico e primitivo, che un adulto può utilizzare, in modo inconsapevole, per proteggersi dalla sofferenza. 
Psicologo Chieti Psicologo Pescara
E' come se la mente riuscisse ad esprimere la sofferenza solo attraverso il corpo e non attraverso un processo di consapevolezza, che può essere addirittura più doloroso. 
Nel video inoltre, la dott.ssa fa un parallelismo con ciò che accade ai bambini nei primi mesi di vita: il neonato è psicosomatico, ossia il suo corpo esprime le emozioni. Non avendo le capacità di elaborare i vissuti emotivi a livello mentale, i bambini esprimono il disagio e le emozioni attraverso delle manifestazioni corporee. 
Questo meccanismo può presentarsi in età adulta appunto quando il dolore è qualcosa di inaccessibile e inaccettabile a livello consapevole. 

Aggiungo che, quando una persona è soggetta a soffrire di disturbi psicosomatici, sicuramente presenta una grande sensibilità. Probabilmente questa sensibilità emotiva e psicologica porta la persona ad avere più timore delle emozioni negative che sente, dovendo allontanarle attraverso dei meccanismi di protezione. E' come se la mente si proteggesse. 
Questo meccanismo è utile e funzionale, fino a quando non interferisce con la vita della persona, finché il disagio psicosomatico prende il posto di una consapevolezza. 
Psicologo Chieti Psicologo Pescara
Cosa si può fare allora per stare meglio?

E' opportuno, attraverso un sostegno psicologico, arrivare a scoprire questi meccanismi di difesa, il loro funzionamento, e comprenderne il significato. 
Chi soffre di disturbi psicosomatici, non riesce a capire il significato di sintomi dolorosi, perché è necessario avere un aiuto e degli strumenti per proteggersi dal dolore. 
Non si può togliere una stampella ad una persona che ha difficoltà nel camminare, e la stessa cosa non si può fare con chi sente dei dolori. 
Il percorso psicologico consiste appunto nell'affiancare la persona con sensibilità ed empatia, aiutandola a comprendere il significato del disagio, accompagnando la persona nella scoperta delle emozioni. Bisogna dare un nome preciso a ciò che si prova, un nome alle emozioni che spaventano. In questo modo, la paura, la tristezza, disperazione, rabbia, non faranno così tanta paura, e si potrà, con l'aiuto di un terapeuta, imparare a gestire le emozioni, così da trarne forza e consapevolezza. 
Questo percorso porterà la persona con disturbi psicosomatici a non spostare più il dolore psicologico sul corpo ma ad ascoltarlo senza timore ed elaborarlo. 
Psicologo Chieti Psicologo Pescara
Per informazioni sui percorsi psicologici potete contattarmi al numero 340.0072355 oppure scrivere a  roberta.schiazza@libero.it

Dott.ssa Roberta Schiazza
Esperta in disturbi psicosomatici
Psicologa Chieti pescara

Nessun commento:

Posta un commento