venerdì 27 ottobre 2017

Psicoterapia sistemica individuale: il mio approccio


Ogni psicoterapeuta ha frequentato una scuola di specializzazione di quattro anni, in cui ha appreso un modo di lavorare basato su un approccio specifico o integrato. Io ho frequentato una scuola di specializzazione in psicoterapia sistemico relazionale, in cui al centro dell'attenzione e della terapia c'è la persona, o il gruppo di persone, e le relazioni che circondano ognuno di noi e in cui siamo coinvolti e protagonisti. Durante il percorso di formazione abbiamo anche approfondito la psicoterapia di coppia e familiare, come peculiare metodo di intervento. 
Nel mio studio privato a Chieti, mi occupo in particolare di aiutare giovani adulti ad affrontare delle difficoltà individuali e relazionali, con un modello di intervento di Psicoterapia Sistemica Individuale. Vediamo meglio insieme di cosa si tratta.

Per chi è adatta questa forma di psicoterapia Individuale sistemica?

Per tutti. Non ci sono assolutamente controindicazioni, e io la utilizzo in particolare con adolescenti e giovani adulti, che portano sintomatologie di natura diversa. 
Nello specifico io mi occupo di due campi di intervento: problemi di ansia e stress, e problematiche relazionali

Un aspetto importante da sottolineare è che la Terapia Sistemica Individuale è particolarmente utile ed efficace per quelle persone che si trovano in una fase, più o meno avanzata, di svincolo dal sistema familiare
La terapia individuale sistemica è utile perché definisce un contesto individuale, in cui la persona (adolescente o giovane adulto) può sperimentare la sensazione di avere un proprio spazio privato e definito in cui riflettere sulla propria vita, sulle proprie scelte, ma con un'occhio verso le sue relazioni fondamentali che lo hanno inevitabilmente influenzato. 

La terapia sistemica individuale è molto utile per le persone che sentono la necessità di affrontare le difficoltà esterne alla famiglia e i dilemmi riguardanti la progettazione del proprio futuro. Uno spazio di ascolto neutro, con un terapeuta, può essere il modo migliore per iniziare lo svincolo dai legami familiari, cercando di trovare la giusta distanza nei rapporti, che possano permettere di stare vicino a chi si ama, sentendosi allo stesso tempo indipendenti e liberi. 

Qual è il metodo di lavoro specifico della Terapia Sistemica Individuale?

La principale caratteristiche della TSI è l'attenzione che viene posta sia sulla persona con un'occhio sempre attento alle relazioni
Chi si rivolge ad uno psicoterapeuta porta dentro una complessa rete di emozioni, pensieri, e legami, che possono essere esplorate all'interno dello spazio della terapia. 

Il terapeuta sistemico si basa su:

  • Importanza dei differenti punti di vista, che può letteralmente cambiare il senso e il significato degli eventi e delle relazioni.
  • Il concetto di causalità circolare, poiché non esiste una causa ed un effetto che agiscono in modo lineare; ognuno di noi è causa e allo stesso tempo conseguenza di ciò che ci accade, ed è importante rimandare un senso di potere e responsabilità che aiuta la persona a sentirsi attivo nella sua vita e non più passivo. 
  • Fare domande, le domande giuste che possano attivare riflessioni nuove nel paziente, per permettere di trovare da soli strategie efficaci per risolvere i problemi e gestire al meglio i propri rapporti. 
  • Utilizza un punto di vista più ampio, utilizzando la terapia individuale come occasione per trovare nuovi significati alla sofferenza del paziente, riconnettendolo con la propria storia e con le relazioni passate e presenti. 
Grazie a questo metodo il paziente può riuscire a vedere cosa non ha funzionato nella sua vita che lo ha bloccato o gli ha prodotto dolore e sofferenza, riuscendo però anche a rintracciare il proprio contributo in queste dinamiche. Solo in questo modo la persona può liberarsi da schemi emotivi rigidi che lo portano a non trovare le strategie giuste per affrontare in modo diverso le difficoltà. 

Arricchire la propria storia personale, rintracciando collegamenti, cercando di capire dove e come agire in modo differente permette di non commettere gli stessi errori, e anche di fare pace con sofferenze passate. 

Cosa viene esplorato nella terapia sistemica individuale?

- Insieme al terapeuta viene esplorata la storia di vita del paziente, e la particolare fase evolutiva in cui si trova, cercando di rintracciare non solo le difficoltà ma anche le risorse. 
- Il contesto di relazioni in cui il paziente è inserito e in cui si sono manifestati i problemi
- L'attenzione viene posta sulle risorse del paziente, cercando di valorizzare le capacità residue, e aiutandolo a trovare delle strategie nuove per far fronte al problema e alle difficoltà future. 
- E' fondamentale favorire e promuovere un senso di empowerment, di autonomia e indipendenza nel paziente, in modo che egli possa ricostruire la fiducia in sé stesso e nelle sue capacità. 

Questi elementi della Terapia Sistemica Individuale possono essere utilizzati anche per interventi di psicoterapia breve, e anche poche sedute possono portare alla risoluzione del problema in tempi ridotti. 

Dott.ssa Roberta Schiazza 
Psicologa, Psicoterapeuta Sistemico relazionale
Psicologo Chieti Psicologa Chieti
www.robertaschiazza.weebly.com 
Tel. 340.0072355

Nessun commento:

Posta un commento