domenica 19 luglio 2015

Il Diario Emotivo

Il DIARIO EMOTIVO è uno strumento molto utile per migliorare la capacità di osservare le proprie emozioni.

Quando si vive in uno stato do sofferenza si può arrivare a chiudersi in sé stessi e a non essere del tutto consapevoli delle emozioni che si provano. 

Uno strumento indispensabile è appunto il diario emotivo, che consente di:

  • avere consapevolezza delle emozioni nel momento in cui sorgono
  • imparare ad esprimere ciò che si prova a livello emotivo
  • utilizzare un vocabolario emotivo
  • comprendere i collegamenti tra contesto/situazione e l'emergere di emozioni negative
  • riuscire a distinguere le emozioni dai pensieri negativi, che spesso innescano un circolo vizioso. 
  • imparare a gestire le emozioni negative

Questa immagine rappresenta un fac-simile, da me creato, per potersi cominciare ad allenare. 

Come si compila un Diario Emotivo?

  1. Dividi il foglio in 3 colonne, come vedi nell'immagine (puoi usare anche un quadernino o taccuino)
  2. Trascrivi i 3 elementi fondamentali, così da sapere con certezza cosa scrivere in ogni colonna: Emozione provata in quel preciso momento, la situazione in cui hai provato l'emozione (chi c'era, cosa è successo, cosa facevi), cosa hai pensato in quel momento, mentre provavi quell'emozione).
  3. Porta il foglio/taccuino sempre con te e compilalo nel momento in cui senti arrivare un'emozione, soprattutto negativa.
  4. Usa il diario emotivo per almeno una settimana
  5. Al termine della settimana, prenditi un momento per leggere il tuo diario emotivo. Leggilo con attenzione e nota se ci sono delle situazioni ricorrenti che ti scatenano emozioni negative, cerca di ricordare come hai gestito la cosa, chi ti ha aiutato, cosa hai pensato e se potresti, nella stessa situazione, cambiare qualcosa o comportarti diversamente. 
Questo strumento lo utilizzo con pazienti che soffrono di disturbi d'ansia, attacchi di panico, oppure con chi ha difficoltà nello gestire le emozioni negative. E' molto utile poterne discutere insieme con il terapeuta durante la seduta, in modo da considerare punti di vista differenti e soprattutto trovare collegamenti a cui non si era pensato. 

Il Diario Emotivo può inoltre rappresentare un buon allenamento, per cominciare ad essere più consapevoli di ciò che si prova, e di quanto i Pensieri negativi, a volte non consentono di essere lucidi e obiettivi. I pensieri inoltre, in persone che soffrono di ansia, non fanno altro che anticipare le paure, che successivamente possono innescare il panico. 

Dott.ssa Roberta Schiazza
Psicologa Psicoterapeuta Chieti Pescara
roberta.schiazza@libero.it
Psicologo Chieti psicologo Pescara
Esperto disturbi d'ansia Pescara Chieti

Nessun commento:

Posta un commento