lunedì 23 marzo 2015

Quali sono i diversi tipi di rilassamento


Le tecniche di rilassamento sono “dei procedimenti terapeutici ben definiti, aventi la finalità di ottenere nell’individuo una diminuzione della tensione muscolare e psichica ricorrendo a esercizi appropriati; la distensione muscolare permette di realizzare un tono di riposo, che costituisce la base di uno stato di distensione fisica e psichica.” D. De Bousingen
Esistono diverse tipologie di tecniche di rilassamento, che tendono principalmente allo stesso obiettivo, ossia raggiungere uno stato di calma e distensione, ma attraverso strade differenti. Alcune tecniche si basano su metodologie fisiologiche, con una particolare attenzione agli stati corporei, alle tensioni muscolari, che impediscono all’individuo di assumere una postura rilassata. Altri metodi sono definiti Psicoterapeutici e considerano la persona nella sua globalità, come un insieme di mente e corpo inscindibili, che tendono alla distensione sia fisica che psicologica, consentendo anche lo sciogliersi di conflitti psichici.


TIPI DI RILASSAMENTO 1: METODI FISIOLOGICI

I metodi di rilassamento fisiologici puntano l’attenzione sulla consapevolezza del funzionamento del corpo, in particolare sottolineano l’importanza della muscolatura, che spesso svolge un ruolo centrale nel mantenimento di stati di tensione. Quando ci si sente sotto stress o in ansia, la muscolatura del corpo, in modo involontario  tende ad irrigidirsi, portando ad assumere posture scorrette e a percepire irrigidimento e dolore in varie parti del corpo. Chi soffre di ansia tende inoltre a non riuscire più a distendere i muscoli e ad accumulare tensioni a livello fisico, aumentando il disagio.
Jacobson fu l’ideatore del Rilassamento Muscolare Progressivo, ponendo le fondamenta della sua tecnica sul rilassamento dei muscoli e il rilascio delle tensioni nervose. Durante il rilassamento muscolare si porta la persona a concentrarsi su vari fasci muscolari, sperimentando prima la contrazione e poi decontrazione. Questi esercizi vengono eseguiti in una sequenza specifica e con il supporto di uno psicoterapeuta, per guidare la persona alla presa di consapevolezza di quanto le tensioni emotive e psicologiche possono sedimentarsi a livello corporeo. Il rilassamento muscolare permette acquisire maggior controllo del proprio corpo e, attraverso la contrazione e decontrazione muscolare, raggiungere il rilassamento fisiologico e psicologico.


Esistono altre tecniche basate sul controllo della respirazione: la respirazione è una funzione essenziale per la vita, alla quale si presta scarsa attenzione. Attraverso un uso consapevole e controllato della respirazione si possono influenzare positivamente i sistemi viscerali: sistema respiratorio, digestivo, cardiaco, sanguigno, genitale e urinario.
Attraverso un controllo attivo della respirazione la persona, sempre attraverso al guida di uno psicoterapeuta esperto, può riuscire a prendere consapevolezza del proprio ritmo respiratorio scorretto, soprattutto in chi soffre di ansia e attacchi di panico, rallentare il ritmo, ossigenare meglio i tessuti e il sistema nervoso, rilasciare i muscoli della gabbia toracica, distendere il diaframma e produrre in brevissimo tempo uno stato di calma e benessere.

TIPI DI RILASSAMENTO 1: METODI PSICOTERAPEUTICI

Questi Metodi considerano la persona come un’unità inscindibile, un’unione mente-corpo. Il rilassamento viene raggiunto sia attraverso una consapevolezza delle tensioni corporee sia con esercizi di distensione mentale.
Queste tecniche prendono spunto dalla psicologia e dell’ipnosi: Schultz, medico e psichiatra, fu il primo a parlare di Training Autogeno, come metodo di autodistensione.
Il Training Autogeno, è composto di 6 esercizi di base, eseguiti in successione, che consentono alla persona di prendere consapevolezza di vissuti corporei particolari, come la pesantezza e il calore, al fine di sciogliere tensioni e raggiungere una distensione mentale. Il T.A. deve essere eseguito con uno psicoterapeuta esperto, proprio per la profondità dell’intervento: durante l’esecuzione degli esercizi la persona può accedere ad uno stato simile al sonno, e in tal modo avvicinarsi a dei nodi psicologici problematici, che vanno discussi con il terapeuta. Il training autogeno è una tecnica di rilassamento molto usata per chi soffre di disturbi d’ansia e attacchi di panico, chi soffre di somatizzazioni, fobie, ecc..., in modo che la persona possa imparare a riconoscere le tensioni corporee e a gestirle, ma allo stesso tempo consente di accedere a quei conflitti psicologici che mantengono il disturbo e che spesso risiedono nell’inconscio.


Per ogni persona e ogni disturbo può essere applicata una tipologia diversa di rilassamento, che va valutata insieme con uno psicoterapeuta, in modo da ottenere il maggior beneficio. Se vuoi imparare ad utilizzare il rilassamento per migliorare la tua vita, puoi contattare la Dott.ssa Roberta Schiazza al numero 3400072355
Psicologa e Psicoterapeuta Chieti 
Esperta in Tecniche di rilassamento 
PSICOLOGO CHIETI PSICOLOGO PESCARA

Nessun commento:

Posta un commento